Seleziona una pagina

È divertente fotografare, vivere le nostre avventure e condividerle con gli amici, ma ogni volta che vediamo i profili degli influencer, ci domandiamo come facciano a realizzare quelle belle fotografie.

Normalmente i casi sono 2, o hanno un fotografo 24 ore su 24 (che ansia) o semplicemente seguono alcuni principi di Fotografia.

Non parliamo di tecniche o di formazione professionale ma di alcuni piccoli accorgimenti da tenere in considerazione ogni volta che si fotografa.

Sono semplici, pratici e immediati.

 

Ecco i 5 consigli da seguire per dare una marcia in più alle tue fotografie.

1. Utilizza la Luce Naturale

La luce naturale del sole risulta essere il miglior strumento per realizzare una fotografia con dettagli, colori luminosi e nitidezza. Assicuriamoci di avere il sole alle tue spalle, in modo tale che il soggetto venga ben illuminato, evitando il controluce.

Fotografando con il sole possiamo avere due situazioni di luce:

Luce Dura, dove i contrasti e le ombre del soggetto vengono evidenziati con maggiore intensità. Come si può vedere nella prima foto, l’ombra dell’albero, il cielo, i neri e i contrasti sono molto evidenziati.

Luce Morbida, dove i contrasti si riducono, le luci sono meno intese e rende tutta l’immagine più gradevole all’occhio. La foto riporta una ragnatela immersa nel verde, dove la luce del sole viene filtrata dagli alberi, creando così un’atmosfera più calma e leggera.

Luce Naturale - "Dura"

Luce Dura | Captured by Samsung Galaxy S8 | Luis Redondi

Luce Naturale - "Morbida"

Luce Morbida | Captured by Samsung Galaxy s8 | Luis Redondi

2. Evita di fotografare in luoghi bui

Quando si fotografa in condizioni di scarsa illuminazione, la mancanza di luce viene compensata dallo smartphone attraverso la gestione automatica degli ISO.

Gli ISO indicano quanto la fotocamera sia sensibile alla luce ambiente. In altre parole, durante il giorno la sensibilità è bassa perchè c’è il sole; durante la notte la sensibilità è alta perchè ci sono poche e deboli fonti luminose (lampioni, fari ecc.). 

L’immagine riporta una situazione tipica. Nonostante sia notte, grazie agli automatismi del telefono,  la fotografia è accettabile ma, osservando con attenzione, è possibile notare la forte presenza di un “filtro che rende l’immagine poco leggibile, con pochi dettagli e addirittura con l’effetto mosso

Riassumendo:

Luoghi Bui, ISO alti e quindi scarsa qualità della foto.

Luoghi Luminosi, ISO bassi e quindi migliore qualità della foto.

Notturna | Captured by Samsung Galaxy s8 | Luis Redondi

3. Evita lo zoom del telefono

Lo smartphone permette di ridurre le distanze con il soggetto grazie allo zoom digitale. Bastano due dita per zoomare ed il gioco è fatto. La soluzione è utile, ma non efficiente dato che l’utilizzo dello zoom va a sacrificare la qualità dei dettagli dell’immagine.

Un semplice esempio. La prima immagine è stata realizzata mediante l’uso dello  zoom digitale. Lo scopo era di rappresentare i pistilli del fiore, ma i dettagli sono poco definiti, le sfumatore dei colori poco chiare, l’immagine appare piatta e la nitidezza è praticamente inesistente. In definitva si è persa molta qualità digitale.

La seconda fotografia, invece, è stata realizzata avvicinandosi fisicamente al soggetto (praticamente schiacciando il povero fiore) riuscendo a catturare tantissimi dettagli e a dare profondità alla margherita. Completamente un’altra fotografia ma, cosa più importante, si è mantenuta la qualità digitale.

Zoom Digitale | Captured by Samsung Galaxy s8 | Luis Redondi

Vicino al soggetto

Avvicinandosi al soggetto | Captured by Samsung Galaxy s8 | Luis Redondi

4. Regola dei “Tre secondi”

Dopo una splendida giornata, riguardando le foto realizzare capita di trovare spiacevoli sorprese. Immagini storte, sfocate, troppo luminose, con elementi di disturbo o, come nella prima fotografia, molto caotiche. La barca viene nascota dalle foglie e la farfalla si confonde troppo con i rami, creando una macchia visiva a sinistra e lasciando un grande vuoto a destra. Un classico esempio di come la fretta possa giocare a svantaggio della fotografia.

In questi casi è utile seguire la regola dei “Tre secondi“.

Una volta inquadrato il soggetto è bene aspettare almeno tre secondi prima di scattare, giusto il tempo di fare un bel respiro. Così facendo è possbile curare l’inquadratura per realizzare la foto “perfetta”.

Nella seconda immagine si nota come l’attesa di pochi secondi abbia permesso di realizzare una migliore composizione della foto. La barca si legge chiaramente, la farfalla si individua con più facilità e non ci sono spazi vuoti.

In pochi secondi la scena è completamente cambiata ed è stato possibile portare a casa un gran bel ricordo.

Fotografare di fretta | Captured by Samsung Galaxy s8 | Luis Redondi

Regola dei “Tre secondi” | Captured by Samsung Galaxy s8 | Luis Redondi

5. Disattiva il Flash

Tutti gli smartphone sono dotati di flash che normalmente viene posizionato nella parte posteriore del telefono, vicino alla fotocamera. Si avvia automaticamente in situazioni di poca luce, insieme agli ISO (vedi punto 2).

È uno strumento molto utile, per muoversi in casa, per cercare le chiavi nello zaino ma per fotografare è praticamente inutile.

Perchè ? Semplicemente perchè crea una luce/lampo poco potente, consuma batteria e quando si utilizza, fa disastri.

Per disattivarlo basta accedere alle impostazioni della fotocamera o semplicemente, dopo aver aperto la App della fotocamera, premere il simbolo del fulmine prima dello scatto.

Senza flash è posssibile realizzare fotografie molto suggestive, come nell’esempio riportato.

Niente flash | Captured by Samsung Galaxy s8 | Luis Redondi

Eccoci alla fine, anzi ora tocca a te.